Dalla Cina con furore…

…magari furore no, ma entusiasmo si!!! II viaggio che stiamo per finire in Cina (mentre scrivo siamo in aereo a 6 ore da Roma) ci ha colpito positivamente, entusiasmato molto! Abbiamo visto una realtà diversa da quella che ci immaginavamo: la Cina è molto, ma molto avanti

e la sua velocità di modernizzazione è impressionante!Noi siamo stati a Pechinoe visitato la provincia di Ubei, con visita alla città di Whuan, in occasione della prima fiera sul turismo da loro organizzata: siamo stati invitati e ospitati appunto per questo motivo dal governo cinese, tramite l’amico Alberto Giuliano titolare del TO AG Vacanze, specializzato sui viaggi in Cina, col quale collaboriamo e che ringraziamo per l’opportunità! Abbiamo poi fatto 3 giorni di crociera sul fiume azzurro con varie escusrsioni giornaliere a musei e parchi natural!

Le città cinesi sono ormai come le città americane, piene di grattacieli, palazzi modernissimi, dotati di tutte le tecnologie moderne, schermi giganti ovunque: i bus cittadini, hanno tutti monitr piatti per le ultime news, meteo, ecc…Insomma città veramente moderne e costruite alla velocità dela luce…5-6 anni fa non esisteva nulla di tutto ciò e le prossime olimpiadi hanno dato una spinta ulteriore!

La Cina con il suo miliardo e trecento milioni di abitanti ha bisogno di costruire strutture come negli USA, ma con la differenza che deve moltiplicare tutto per 3 o 4 volte, per riuscire a far fronte al numero dei propri abitanti. Basti pensare che il nuvo primato di uno shopping mall

va appunto alla Cina, con la costruzione a Pechino del centro Yin Yuan: 650.000 metri quadri, 20.000 dipendenti fissi, nelle giornate di maggior affluenza sono ben 400.000 i visitatori (quanto due città intere come Bolgna e Firenze), contiene oltre 1.000 esercizi commerciali, ben duecento ristoranti, cinema, discoteche, ecc… aperti 7 giorni su 7, 24 ore su 24!

NOTIZIONA: In Cina non esistono agenzie di viaggio fisiche, ma solo Promotori di viaggio online!!!🙂

Sapere che un paese all’inizio del suo boom economico, scelga questa formula, la dice lunga sul futuro del mercato turistico!!!

Il traffico è un vero e proprio problema….altro che biciclette (nemmeno l’ombra o quasi), ogni giorno sulla sola Pechino vengono immesse nuove mille automobili, gli ingorghi sono all’ordine del giorno, l’educazione stradale insesistente e la cosa che più mi ha colpito è che le auto hanno la precedenza sui pedoni!!! Avete capito bene, le strisce e i semafori pedonali non hanno alcun valore, attraversare è ogni volta un’avvnetura…ci sia avvia camminando lentamente (importante no fare variazioni di velocità) e si affronta corsia dopo corsia, fermandosi nel mezzo metro di spazio fra l’una e l’altra, lasciandosi sfrecciare le auto davanti e dietro.

Certo, c’è poi il contrasto con la campagna, in cui il tempo si è fermato a migliaia di anni fa, buoi e aratro li vedi ovunque!
Fantastica la città proibità, il Tempio del Cielo!

La cina, in questo momento, ma penso anche nei prossimi 10 anni, ha e avrà un flusso turistico incredibile, le strade, i musei, le strutture alberghiere e commerciali erano piene zeppe di tirusti, ma sapete qual’è la particolarità? Che sono praticamente tutti cinesi!! Infatti c’è un incredibile flusso interno di turismo da parte degli stessi cinesi che ora sono liberi e curiosi di girare e conoscere la propria nazione! 

La velocità di crescita non consente un’adeguata formazione/educazione personale dei cinesi che non sono in grado di gestire il tiutto secondo gli standard europei e americani, ma è perfettamente naturale, è solo questione di tempo, riusciranno anche in questo.

Le ragazze cinesi sono amabilissime, simpatiche, belle, affabili,  molto a modo, rispettose, mentre i maschi sono (nella buona parte dei casi) dei veri e propri buzzurri, brutti e non prorio dei gentlemen!

So che la cucina cinese ha tradizioni millenarie, ma non avevo idea dell’altissimo livello qualitativo e della varietà dei piatti: abbiamo praticamente mangiato benissimo

ovunque..e chi mi conosce, sa che me ne intendo! 🙂   Abbiamo avuto anche la fortuna, grazie ad Alberto e alle guide cinesi, di andare in ristoranti solo per cinesi (fantastici): ieri sera siamo stati nel miglior ristorante di Pechino, specializzato nell’anatara pechinese (laccata), ECCEZIONALE!!!! 🙂

I cinesi (in gara con gli indiani, che sono la bellezza di un miliardo), hanno tutte le carte in regola per divemtare, nei prossimi 20 anni

mi sono fatto un’idea, ma dopo aver visitato la Cina mi sono veramente reso conto che è tutto vero!!

Vedremo come evolverà la situazione politica, in Cina il potere è in mano al partito, il quale è in mano ai militari. Certo lasciano via libera all’imprenditoria, ma sotto il loro controllo a distanza e i nuovi ricchi (milioni di persone, in aumento costante) non sanno mai se il giorno dopo gli sarà permesso di esserlo ancora!

Sicuramente tornerò presto in Cina, perchè ho ancora molto da vedere, è una nazione che mi affascina e che consiglio a tutti di visitare!

Un grazie anche a Giancarlo Vetrugno, Promotore Evolution Travel di Riferimento sul prodotto Cina che mi ha permesso di conoscere Alberto Giuliano di AG Vacanze!

P.S.
luendi metto online, sempre su questo articolo, un link ad un po’ di minivideo girati dal mio cellulare

  4Commenti

  1. Giancarlo   •  

    Mi fa molto piacere che sia andato tutto bene (in verita’ ne ero certo), anche io concordo con te che la Cina e’ ancora tutta da scoprire; Al rientro dall’Educational tutti i colleghi concordavano sulle grandi opportunita’, anche nel campo turistico, che offrira’ la Cina nel futuro prossimo. Io personalmente mi impegnero’ affinche’ il network possa coglierle quanto prima possibile. Buon lavoro.
    Giancarlo

  2. Giampiero Minelli   •  

    Una domanda a Luca e a Giancarlo, insieme: se tutto il turismo in Cina viene “trattato online” non sarebbe il caso di andare a collocarci sui siti internet di riferimento cinesi con una anche piccola posizione che, in cinese, inviti i cinesi che capiscono italiano a collegarsi con i nostri siti in italiano?
    Forse la stessa Ambasciata d’Italia potrebbe essere interessata a sostenere il turismo dalla Cina verso Italia, e magari cominciando con i segmenti non di massa, che hanno interessi culturali orientati all’Occidente e specialmente all’Italia.
    E’ possibile che tra i nostri Colleghi/Colleghe ci sia qualcuno/a che conosce il cinese?

  3. Luca Baldisserotto   •     Autore

    ciao giampiero, il primo problema è quello dei visti, senza un ufficio locale non si fa nulla, secondo quello della lingua! Portare i cinesi qui è più complesso di quel che sembra! Molto più facile invitare gli italiani a visitare quello che è uno dei più bei paesi al mondo!

  4. Erika   •  

    Piacerebbe anche a me andarci(e anche al mio ragazzo!)probabilmente quando inizieremo a lavorare seriamente la nostra prima meta sarà quella…certo che quando mi dici:
    ” le auto hanno la precedenza sui pedoni!!! ” mi fai pensare a padova!non c’è una volta che si fermino per farmi passare!!(quindi potrei sentirmi come a casa 🙂 )
    cmq è una cultura che mi è sempre piaciuta ed andarci sarebbe un sogno!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.