Come vedo Evolution Travel fra 5, 10, 15 anni?

Premessa: Fra 5 anni il mondo sarà cambiato completamente già un paio di volte…si calcola che, dall’avvento di internet, i cambiamenti socio-economici-culturali avvengono molto più velocemente, grazie all’accesso alle informazioni, le quali ogni 2 anni e mezzo raddoppiano   . Quindi le azioni che metteremo in atto da oggi in poi, saranno influenzate dal proggressivo moltiplicarsi delle informazioni a nostra disposizione, dalle relative scoperte ed invenzioni!

Rispetto all’era industriale, durata circa 500 anni (dalla scoperta delle americhe fino alla caduta del muro di berlino con relativa diffusione del web a livello mondiale) nell’attuale era dell’informazione chiunque ha la possibilità di lasciare il segno, basti pensare a cosa hanno fatto gli inventori di Google nel giro di pochi anni o a colui che si è inventato youtube…dopo un anno già miliardario in dollari e famoso in tutto il mondo! Questa breve premessa per dire che per noi non è importante concentrarsi sul fatto che i cellulari, con l’accesso veloce al web via umts o wifi, potranno superare i personal computer in fatto di accessi alla rete, piuttosto che il contario o che le strutture turistiche, grazie alla tecnologia e al web 2.0, imposteranno un rapporto diverso con i tour operator e le agenzie di viaggio…si vedrà e ci si adeguerà di volta in volta, anzi si cercherà di influenzare i cambiamenti, come del resto stiamo facendo col nostro modello Evolution Travel, del tutto innovativo per il settore turistico…ora copiato da altri)!Come dice giustamente un famoso personaggio, l’analfabeta del ventunesimo secolo non è più solo colui che non sa leggere e scrivere, ma anche colui che non è disposto ad imparare, disimparare e reimparare! Quindi non so come evolverà specificatamente la tecnologia, ma fra 5 anni vedo Evolution Travel come un Network di persone sempre più consolidato, più professionale, con molteplici competenze turistiche specifiche di alto livello sulle singole località del mondo, grazie a Promotori che, oltre ad essere presenti in Italia, saranno presenti anche in ogni parte del globo. Già oggi ci sono promotori in olanda, croazia, svizzera, marocco, spagna e ben presto in inghilterra e USA . E tutti avranno a disposizione il meglio della tenologia e dei nostri software proprietari (costruiti internamente e, quindi, completamente creati su misura per il nostro modello), per comunicare sempre più efficacemente fra di noi e col pubblico, per scambiare consocenze e informazioni, al fine di soddisfare sempe più velocemente, comodamente e in qualsiasi luogo si trovi il cliente finale! Cliente che vuole essere aiutato a scegliere il proprio viaggio, le proprie vacanze! Tralasciando il web 2.0 che non vedo nel futuro, ma già come un’evoluzione attuale e scontata, nel giro di 5 anni vedo cambiare il rapporto col pubblico in modo più dinamico, veloce, altro che le attuali 24 ore per una risposta! I contatti preferiti dal pubblico saranno quelli con gli istant messanger, skype, chat, telefono il cui costo scenderà quasi a zero. Fra 10, 15 anni, la maggioranza del nostro pubblico sarà quello cresciuto insieme al web, velocissimo in tutto!! Il nostro modello non compete sulla sola tecnologia, non avremmo alcuna possibilità nei confronti di colossi che spendono miliardi, ma si basa sul giusto mix persona/tecnologia. E questo mix farà sempre la differenza; dipenderà da noi, professionisti nel settore turistico e nel modo con il quale sapremo sfruttare al meglio la tecnologia a nostra disposizione e, soprattutto, come sapremo relazionarci fra di noi e col pubblico!   E’ fondamentale capire che il successo del nostro modello è direttamente proporzionale alle qualità personali di ciascuno di noi e di come le rendiamo utili alla nostra alleanza di cervelli (Network). Vi rimando ad un altro mio post per comprendere cosa intendo per “alleanza di cervelli” http://www.lucabaldisserotto.com/?p=13 Fra 5 anni e ancor meglio fra 10 e fra 15 anni, indipendentemente dall’evoluzione della tecnologia che senza dubbio seguiremo, vedo un formidabile Network di persone, che sarà un punto di riferimento per il pubblico, grazie alle conoscenze specifiche di ognuno. Un pubblico che riuscirà ad avere le informazioni che cerca con la massima velocità, comodità e in qualsiasi posto uno si trovi, anche all’altro capo del mondo!

  8Commenti

  1. Stefania   •  

    Tutto quello che hai scritto mi sembra di vederlo. E’ già seminato in tutto quello che facciamo ogni giorno. E’ vero, fra 5,10 anni il mondo di internet sarà cambiato già un paio di volte, la cosa bella è che cio’ che non cambierà mai è l’importanza del fattore umano… è forse questa la scelta rivoluzionaria, siamo orientati al cliente non ai prodotti, una sfida concreta, un progetto che si snocciola giorno dopo giorno. 😉

  2. Stefano Costa   •  

    Un sistema in un mercato che e’in fortissima crescita e continua evoluzione…..

  3. Giancarlo   •  

    Secondo me dovremmo agire come untita’ ma composta da piu’ elementi legati insieme. Ovvero piu’ persone ognuna che segue un’attivita e riporta agli altri. Oggi e’ difficilissimo seguire tutto e bene, io per esempio ora sono riuscito ad affacciarmi sul blog, quindi se in un gruppo c’ sta una persona che segue per esempio il blog, un’altra le molteplici offerte e le rende disponibili ai colleghi, un’altra focalizzata sulla pubblicita’, credo che alla fine si progredisce in maniera molto piu’ rapida.
    Un saluto

  4. simone mazzoni   •  

    quanto secondo lei le istituzioni giocheranno un ruolo fondamentale nella crescita del comparto ict (e se lo giocheranno) e a che punto siamo in italia sia dal punto di vista culturale che professionale in questi cambiamenti…?

  5. luca baldisserotto   •  

    ciao simone (diamci pure del “tu”),
    le istituzioni possono avere un ruolo fondamentale per la crescita del comparto, ma bisogna vedere quali esattamente sono queste istituzioni e, come sempre, se all’interno c’è qualcuno disposto a darsi da fare con passione!
    A che punto siamo in Italia da un punto di vista culturale rispetto ai cambiamenti imposti dalla tecnologia?
    Rispetto ai paesi del Nord Europa e USA, siamo sicuramente più indietro. Abbiamo un Italia che viaggia a 2 velocità, ma uno strumento unisce tutti magicamente, ossia il telefonino, tutti ce l’hanno. Ritengo che, con l’ottimo sviluppo dell’UMTS e delle rete wi-fi, nei prossimi due anni, internet si allargherà, con tutti i suoi servizi, alla quasi totalità della popolazione!

  6. fabio   •  

    avete già un esperto per l’Australia? Vi interesserebbe la disponibilità di una persona a me cara a trasferirsi lì e lavorare da lì con ET?

  7. Luca Baldisserotto Luca Baldisserotto   •     Autore

    Fabio, prima di trasferirsi in australia, deve imparare bene l’attività a stretto contatto con noi, dopo può andare a svolgerla in qualsiasi parte del mondo egli desideri, ciao 🙂

  8. Teresa Palmieri   •  

    Hi Luca!

    I am interested in becoming a ET consultant.
    I grew up in South Africa, and have been living in Italy for the last 20 years.

    What worries me is this initial investment .. I would have to invest money, am I right? How can I be sure this will be a good investment?

    Regards

    Teresa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *