Qual è uno dei valori più importanti nel modello Evolution Travel?

Senz’altro la libertà d’azione e di scelta…e non solo! Quando ho ideato il modello, l’ho voluto il più possibile rispondente alle caratteristiche imprenditoriali mie e di Mioara: libertà, creatività, espandibilità/crescita e varietà!

Cosa intendo?

Libertà:

essere liberi da vincoli contrattuali di fatturato per non vedersi chiudere il contratto, come fanno, invece, molte altre realtà, se non li raggiungi! Essere liberi di scegliere il luogo da dove svolgere la propria attività: casa, ufficio, italia, mondo…! Essere liberi di scegliere il fornitore turistico che si vuole, senza essere obbligati ad usare quelli scelti dalla sede (qui qualcuno potrebbe obiettare: “eh si..ma in questo modo non potremmo mai avere una rosa di TO sulla quale concentrare le vendite ed avere, quindi, delle provvigioni più alte..”! La mia risposta è semplice: “Non baratterei mai la mia libertà di scelta per qualche punto percentuale in più!”. Piuttosto, come suggerito intelligentemente da qualche promotore e da noi subito recepito e approvato, possiamo ottenere la stessa cosa mettendo una lista nell’agenzia online dei TO in ordine di fatturato e con i vari livelli di volumi da raggiungere per poter avere commissioni più alte! Ben venga ed è una cosa che faremo, poi ognuno sarà comunque libero di scegliere il prodotto che ritiene migliore per il proprio cliente, perché vale molto di più la piena soddisfazione del cliente piuttosto che un paio di punti di commissione in più! Libertà d’orario in cui svolgere l’attività! Libertà di lavorare da solo o in gruppo! Libertà di vendere ciò che voglio e a chi voglio! Libertà di vendere in tutto il mondo grazie al web! Libertà di ottenere i risultati che voglio e che mi merito!!
Creatività: Evolution Travel cresce grazie alla creatività di ciascun Promotore! Dal modo in cui ci si pubblicizza, ai prodotti che si vuole proporre a quelli che si creano da zero! Creatività nel modo di vendere, di aiutare i clienti nelle loro scelte, di assemblare prodotti turistici secondo le più singole e originali esigenze! Inventarsi metodi per fidelizzare la propria clientela, così come per acquisirne di nuova, anche senza spendere un euro in pubblicità!
Espandibilità/Crescita: il modello Evolution Travel permette al Promotore di poter espandere la propria attività, di crescere diventando Prp (promotore di riferimento prodotti), Prg, Prl e Pra (promotore di riferimento di gruppo, di linea e di area per il Network). Come Prp ha l’opportunità di moltiplicare le vendite del prodotto di cui è responsabile (come fa il tour operator nel mondo tradizionale) tramite l’intero Network, cioè la rete di Promotori (che rappresentano le agenzie di viaggio del mondo tradizionale). A fronte di ciò ottiene maggiore redditività su tutte le vendite fatte dal Network, redditività tolta dalla parte spettante alla sede: così come succede per la figura del Prg, Prl e Pra. In questo modo l’attività del promotore passa da professionale (lavoratore autonomo) a imprenditoriale, con una moltitudine di soggetti collegati che creano un effetto leva sui propri risultati. E il tutto, senza avere gli investimenti della sede! Una crescita della propria attività, quindi, senza limiti!
Varietà:

il settore di appartenenza del nostro modello, il turismo, soddisfa in pieno il bisogno che ognuno di noi ha di variare! Nemmeno nell’arco di tutta una vita si riuscirà mai a conoscere il mondo intero, c’è sempre qualcosa di nuovo da scoprire e conoscere! Il modello Evolution Travel stesso offre molta varietà: dall’attività di vendita, al marketing, alla creazione di prodotti turistici, alla conoscenza di sempre nuovi colleghi italiani ed esteri con competenze ed esperienze diverse. Si passa dall’on-line all’off-line e viceversa! Strumenti, tecnologia e risorse sempre in evoluzione, in cambiamento!

Insomma il divertimento non manca e certamente non è un’attività per abitudinari incalliti! :)Oggi, molte aziende tentano di copiare il nostro modello, ma tralasciano questi valori che io ritengo fondamentali e si ritrovano con banali reti vendita in cui tutto è deciso centralmente, dai prodotti alle strategie di vendita, al raggio d’azione fino all’ormai anacronistica esclusiva di zona (fulminata dal web).

Le ritengo reti banali, poiché tutto è impostato, rigido e fino a un certo standard ci si può anche arrivare velocemente, ma poi tutto si livella a ciò che un’unica testa ha programmato e per quanto buona sia questa testa, ha pur sempre il limite di essere solamente una!.

Nel nostro caso, invece , pur essendoci, ovviamente delle regole da rispettare, pena l’anarchia, il Network cresce grazie alla libera iniziativa di ciascuno, alla creatività che ognuno può esprimere e concretizzare.

Insomma non solo una rete di “venditori” (lavoratori autonomi, professionisti), ma di coimprenditori che partecipano attivamente, giorno dopo giorno, alla costruzione del loro sistema e del marchio che ognuno rappresenta e valorizza con il proprio impegno e professionalità!
Vedi un altro mio articolo sul concetto di Network: clicca qui!

  4Commenti

  1. Elisabetta   •  

    Prego… è un piacere lasciare i commenti su un argomento così! Potrei scrivere un tema, ma cercherò di riassumere.
    Sono in ET da pochi mesi e sto cominciando ora ad apprezzare i valori di cui parli. Sono più convinta ora di quando ho iniziato della bontà dell’investimento, anche se qualcosa da migliorare penso ci sia.
    Per esempio, a volte la libertà diventa “confusione”, soprattutto per i principianti quando orientarsi fra le varie proposte e i TO non è affatto semplice, quando ancora i meccanismi sono nebulosi e il supporto dalla sede arriva con il contagocce (a questo proposito sottolineo la gentilezza e la disponibilità di tutti, però certo noi promotori siamo tanti, il lavoro è tanto e a volte la sede è un po’ intasata).
    Non vorrei entrare troppo in dettagli economici, certo è che quello che tu dici chiaramente qui, non altrettanto chiaramente è stato prospettato all’inizio! Non è una recriminazione, confermo di essere convinta di quello che ho fatto e faccio e continuerò a fare, solo un consiglio per il futuro di tutti.
    Un’idea estemporanea: perchè non attivi un indirizzo di posta elettronica dove possiamo inviare i nostri commenti, suggerimenti, idee, consigli e anche sfoghi? Sempre che tu o qualcuno abbia poi la fantasia di leggere, valutare, rispondere… Penso che lo userei spesso e volentieri.
    A presto

  2. Luca Baldisserotto   •     Autore

    Elisabetta, non confondere la libertà con la confusione: quest’ultima ha a che fare con l’apprendimento non con la libertà! Quando ti sei messa per la prima volta al volante di un’auto, scommetto, che un po’ di confusione ce l’avevi con i vari comandi da governare e magari ti sentivi un po’ frustrata! Ma eri libera di andare dove volevi! E’ normale! La confusione è uno stato mentale che precede un qual si voglia apprendimento!

    Il nostro programma formativo prevede tutto il percorso che conosci, comprese le 3 settimane di coaching online con tuoi colleghi più esperti e prevede anche di poter rifare le due settimane base o parte di esse. Inoltre, se sei in un gruppo, puoi avere la collaborazione di un Prg. In più organizziamo delle giornate periodiche di lavoro (OTD) in varie zone d’italia, in cui siamo noi della sede a spostarci. Infine puoi chiedere delle sessioni personalizzate che si tengono in sede, per approfondire ciò che vuoi!

    Quando scrivi sui “dettagli economici” non so cosa intendi, quindi non posso risponderti, se vuoi mi puoi mandare un’email!

    Per la tua idea di creare un indirizzo di posta elettronica, al quale spedire idee, suggerimenti, consigli e..chiamiamole…richieste di spiagazione, non serve, in quanto puoi già farlo e per singolo settore: nell’agenzia online hai l’organigramma e gli indirizzi di ciascun responsabile e nessuno meglio di loro, ti può dare le specifiche risposte!

    Quello che, invece, ti posso suggerire, visto che vedo in te la voglia di riuscire, è di non limitarti al contatto con i soli strumenti online, ma di creare delle occasioni d’incontro dal vivo: organizzati e vieni a trovarci! Qualche ora di confronto con i vari responsabili, può fare la differenza nel capire velocemente come muoverti al meglio nella tua atività e ottenere i risultati che desideri, così come ci stanno riuscendo in molti!

  3. Stefania   •  

    Libertà, Creatività, Crescita, Varietà… quattro concetti così fondamentali che permeano dal di dentro il nostro lavoro in ET. In una cosa però Luca mi sento di contraddirti… 😉 Dici che il modello Evolution Travel soddisfa solo i bisogni del professionista dell’imprenditore e dell’investitore… bhè… come dipendente.. dico che Et soddisfa i bisogni di tutte le figure del mondo economico e questi valori “Libertà, Creatività, Crescita, Varietà…” sono disegnati in ogni progetto… che noi dalla sede, come dipendenti, disegnamo assieme a ciascun Promotore… Con la speranza che il lavoro che facciamo ogni giorno sia da spalla costante al lavoro di tutti e vada a soddisfare, anche solo in parte, quel bisogno di Sicurezza di cui tu parli. 🙂

  4. luca baldisserotto   •  

    Stefania, hai perfettamente ragione, mi sono espresso io in modo incompleto. Ossia il modello Et mette nei primi posti i valori sopra elencati e, solo dopo, il bisogno di sicurezza. Quindi il modello soddisfa i bisogni di tutte e 4 le figure, anche se principalmente delle ultime 3, poichè la scaletta dei valori ha un ordine ben preciso!
    Grazie per l’opportunità di approfondimento. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.