Ecco il primo portale Evolution Travel in lingua Inglese!

Sono strafelice e orgoglioso di presentarvi il portale Italy! Il primo di una lunga serie, in lingua inglese. Da lunedi partiranno campagne online al pubblico USA e del Nord Europa, che da soli e insieme fanno circa 400 milioni di persone in lingua inglese su Internet.

A breve, molti altri portali Evolution Travel, primo fra tutti quello sulla Namibia, Parchi e Safari, sarà online non solo in inglese, ma anche in spagnolo!

Insomma i tempi sono più che maturi, perchè Evolution Travel diventi internazionale in modo importante, partendo da solide basi create in 10 anni di attività turistica online in Italia!

Il 2010 sarà veramente un anno importantissimo, all’insegna dell’internazionalizzazione e del coinvolgimento del pubblico, grazie alla nuova figura dell 🙂

  8Commenti

  1. Caterina Rimoli   •  

    Luca tu sei un mito!
    diceva Eistein “L’immaginazione è più importante della conoscenza” e tu riesci non solo ad Immaginare ma sopratutto a Fare.
    Scommettiamo che riusciamo a fare anche questo? http://www.professioneturismo.net/viaggiare-informati/turisti-in-orbita-con-virgin-galactic
    Appena pronto il nuovo portale il prossimo progetto sarà questo!
    Non pensare di lasciarmi a terra perchè io sono già in orbita….. 🙂
    e non sto scherzando.
    Besos da Caterina

  2. luca baldisserotto   •  

    Dai Caterina, che attendo impaziente il portale al quale stai lavorando e, perchè no, anche quello per lo Spazio!! 🙂

  3. Maria Rosa Fontana   •  

    E’ bello avere ragione… anche se troppo tardi, e anche se lo saprò solo io. Tutte queste persone che ti lasceranno commenti entusiastici, caro Luca, certo non sapranno mai che anni fa una promotrice un po’ rompiballe chiese ripetutamente di poter tradurre almeno in lingua inglese (e magari anche in lingua tedesca, considerata la tipologia di clienti interessati a quel prodotto)il portale di cui si occupava. Le fu opposto ogni genere di difficoltà: dai costi della traduzione (a cui in realtà si sarebbe potuto ovviare, perché quella promotrice, laureata in lingue e con 15 anni di esperienza di lavoro nel suo campo, avrebbe potuto tradurre personalmente le proprie schede), fino al fatto che… la maggioranza dei promotori ET, poverini, non conosce le lingue straniere!

    Ora invece… abbiamo i portali in lingua straniera, evviva l’innovazione e bravo Luca che ha avuto l’idea 🙂

    Sono contenta per te che il livello culturale dei promotori ET è evidentemente migliorato, visto che non costituisce più un ostacolo alla pubblicazione dei portali in lingua estera.

    Mi permetto solo un piccolo consiglio da esperta di lingue: sarebbe bene far rivedere i testi da un traduttore professionista, possibilmente di madrelingua inglese. Benché privi di errori grammaticali, questi testi “odorano di traduzione” lontano un miglio; non sono “naturali”, se riesco a spiegarmi. Una buona traduzione, invece, non dovrebbe sembrare affatto una traduzione, bensì dovrebbe dare l’idea di un testo scritto originariamente nella lingua d’arrivo.

    Non mi illudo certo che pubblicherai il mio commento… ma per me è già abbastanza che tu lo legga. La mancanza della possibilità di avere il portale in lingua straniera fu una delle mie più grosse delusioni all’epoca… e quindi capirai bene che di fronte a questo argomento non riesco a stare zitta

  4. luca baldisserotto   •  

    Ehi..là ciao Maria Rosa, come stai? E’ un piacere risentirti. Il problema non è quasi mai avere l’idea, ma riuscire a metterla in pratica! Quando avremo e manca poco, Promotori di ogni nazionalità, diventerà tutto più naturale, nel frattempo questo è quello che siamo capaci di fare.
    Scrivimi, magari possiamo scoprire che non è mai troppo tardi, a presto. Buone Feste 🙂

  5. Gabriella   •  

    Ciao Luca,
    siamo davvero felici che sia nato il portale “italy” e che, oltre a portare nel mondo il nome di evolution travel, dia tante nuove opportunità a chi vorrà cimentarsi con questa nuova esperienza lavorativa.
    Sia io che Linda siamo sempre state dell’idea che guardando avanti si troveranno nuove vie.
    E’ bello sapere di avere un presidente con tanta energia e tante idee.
    Un saluto e tanti auguri a te, alla tua famiglia e a tutti gli amici di E.T..

    Linda e Gabriella

  6. Adolfo   •  

    Questa notizia mi ha dato l’input a un progetto al quale penso da un pò di tempo;con l’avvento di ryanair,molti inglesi,norvegesi etc vengono in sicilia.La mia idea è di pubblicizzare il portale Sicilia in queste nazioni iniziando cosi l’incoming in periodi dell’anno in cui il turismo nazionale non predilige questa meta.
    Complimenti!…la tua energia è di stimolo per tutto il network

  7. Luca Baldisserotto   •     Autore

    Adolfo, assolutamente sì! Sarebbe grandioso se lo facessi, perchè gli inglesi stanno letteralmente impazzando per il sud italia. Così come hanno fatto per la Spagna, negli anni passati, adesso hanno la fissa dell’Italia. Ad esempio, grazie sempre ai collegamenti di Ryanair, in Puglia l’estate scorsa sono venuti in massa, non solo per far vacanza, ma anche per comprarsi un trullo o una masseria.
    Dai, facciamo la stessa cosa in Sicilia, prepariamoci da subito!! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.