Shampo, taglio e piega a 8 euro…

… il parrucchiere è un cinese, ha aperto il suo negozio in zona stazione treni a Padova, ha stampato migliaia di volantini e li ha distribuiti a tappeto per tutta Padova! La risposta dei colleghi padovani è stata violentissima, lo hanno criticato duramente e invocato la concorrenza sleale!   Di cosa si lamentano? Del prezzo troppo basso e del fatto che il collega cinese tiene aperto fino a tardi! Hai capito bene, arriva un cinese, applica un prezzo “low cost” eroga il servizio a qualsiasi ora…e viene attaccato in modo furibondo, oggi i quotidiani di Padova hanno dedicato una pagina a tutto ciò! Che esista anche la casta dei parrucchieri? Dando per scontato che le Autorità preposte (Inps, Inail, ecc) controllino la regolarità dell’esercizio commerciale (dipendenti in regola, regolare licenza, ecc..), a me sembra una cosa fantastica che esista un libero mercato, in cui ognuno possa esprimersi e trovare la soluzione migliore per i clienti e per se stesso! Che sia un parrucchiere italiano, cinese, americano…non ha importanza..sempre parrucchiere è, poi sarà il cliente a premiarlo oppure no, in base al servizio!! Tu che ne pensi? Te li faresti 2 bigodini “primavera”? 🙂

  35Commenti

  1. Anonimo   •  

    certo avere degli spring rolls in testa non è cosa da tutti i giorni! ma cavolo non poteva uscire prima la news?!?! ieri ho prenotato dalla peluquera x rifarmi il parrucco…dopo mesi e mesi e mesi….!!!!!

  2. luca piva   •  

    beh che dire, poi noi del posto. quello che dici lo condivido pienamente se il tutto è in regola. Meglio che lo facci in un negozio e che paghi le tasse che in casa sua senza pagare niente.

  3. Alessandro   •  

    Ciao Luca, prima di approdare in ET svolgevo l’attività di rappresentate di prodotti per saloni d’acconciatura per una nota multinazionale italiana. In realtà non esiste una casta “ufficiale” dei parrucchieri, ma di sicuro c’è una sorta di cartello dove i prezzi sono molto simili (indipendentemente dal salone), perchè simili sono anche le spese che ogni salone deve sostenere. Le differenze rientrano nell’ordine di qualche euro (e di sicuro per certi servizi si fanno pagare anche troppo profumatamente), ma tengono in considerazione tantissimi fattori, tra cui l’aggiornamento costante, la qualità del prodotto, il servizio proposto al cliente, etc… Di sicuro il caso del parrucchiere cinese è emblematico: i servizi proposti a 8 euro sono di pura manualità, quindi la sua scelta di proporli ad un prezzo inferiore di più della metà rispetto a concorrenti va ad interessare solo la percezione della sua professionalità. Bisognerebbe conoscere che preparazione stilistica e tecnica ha per poter esprimere un’opinione. Bisognerebbe conoscere anche i prezzi degli altri servizi, dove è interessato il prodotto, perchè dietro ad un prezzo basso potrebbe nacondersi una scarsa qualità del prodotto utilizzato (mettendo a rischio la salute del cliente).
    Poi, ammesso che le Autorità preposte, come dici tu, attestino la regolarità dell’esercizio commerciale, bisogna tener presente che i lavoratori italiani, i “commercianti” (in questo caso i parrucchieri) devono sottostare a regole imposte dalle stesse Autorità (vedi orari di apertura/chiusura ben precisi, giorni di riposo determinati, etc..) e che spesso vengono invece disattese da altri lavoratori autonomi (spesso stranieri). In particolar modo i cinesi fanno spesso ciò che pare a loro, senza (non si sa come) incorrere nelle pesanti sanzioni che vengono invece comminate agli italiani (o comunque a quei lavoratori) che non rispettano le regole.
    Il libero mercato è fantastio perchè dà possibilità di scelta al “consumatore”, purchè venga attuata una concorrenza “leale”.
    Percui, benvenuto a chiunque voglia lavorare nel libero mercato studiando soluzioni adatte a lui e ai suoi clienti (come dici tu, verrà premiato dai clienti stessi), purchè rispetti le regole a cui tutti dobbiamo attenerci…
    Ciao 🙂

  4. Luca Baldisserotto Luca Baldisserotto   •     Autore

    ciao alessandro, grazie per le info e concordo al 100% con quello che dici!
    Dopo questo mio articolo, ho visto le reazioni delle ragazze qui in sede e nessuna si fiderebbe mai di farsi “2 bigodini primavera”! A maggior ragione, quindi, non capisco perchè tanto rumore da parte dei colleghi italiani del cinese. Probabilmente sarà una parte di parrucchieri, di professionalità pari a a quella del cinese!

  5. Alessandro   •  

    Dici bene Luca…o forse hanno la coda di paglia 🙂
    Poi, quella dei parrucchieri è una categoria “particolare”…tutte “prime donne”. Inoltre, come dicevo nel mio intervento, su alcuni servizi che propongono hanno notevoli margini di guadagno (trad. lucrano non poco), percui forse si sentono minacciati nel loro “cartello” dei prezzi non sempre adeguati alle tasche dei clienti, ma sicuramente MOLTO adeguati alle loro 😉
    Buona giornata e buon lavoro. Ciao

  6. Federico   •  

    non sono così convinto che si tratti di casta dei parrucchieri … anche se non sono un esperto nel settore … la domanda che mi sono posto subito è: shampoo, taglio, piega —-> tempo impiegato? almeno mezzora, costo struttura? (elettricità, acqua, gas. Shampoo? 0,50 € alla boccia, tasse e Inps? … mi sa tanto che chi va li si vedrà lavare i capelli con l’acqua del piovego presa da una baccinella pena di schiuma effetto shampoo … e che si sbrighi a prenotare perchè il cinese chiuderà per ritorno in patria prima del 31.7.2009 (scadenza di presentazione dell’UNICO2009) … alla prox

  7. Riccardo Vettore   •  

    Secondo me abbiamo di che imparare dal cinese 🙂

    Appena aperto un nuovo negozio la difficoltà più grande è procurarsi la clientela. Tra l’altro capita molto spesso che ci si “affeziona” al proprio parrucchiere, quindi perché cambiarlo?

    Tra l’avere clienti prendendo pochi soldi e non avere clienti mi sembra che strategicamente la scelta del parrucchiere cinese sia la più vincente.

    Inoltre grazie a questo i giornali locali gli hanno fatto TONNELLATE di pubblicità gratuita!!!

    Poi, se farà bele il suo lavoro rimarrà aperto, se lo farà male chiuderà, ma almeno ci è creato l’opportunità di provare. Bravo!

  8. luca baldisserotto   •  

    GRANDE Riccardo!!! 🙂

  9. Erika   •  

    Ciao!io domani vado dal parrucchiere cinese!sono proprio curiosa!primo perchè mi sono sinceramente stancata di pagare fior fior di quattrini per rimanere tutte le volte delusa(sono andata da professionisti i quali per taglio e piega mi hanno chiesto più di 50 euro!! sempre a padova)e secondo perchè se me li tagliano da schifo amen,la prox volta cambio ancora almeno ho pagato poco!!!inoltre anche a Caoria(posto di montagna)i prezzi del parrucchiere sono bassissimi(per ritocco colpi di sole 12 euro!!) e usano ottimi prodotti(usano la kerastase se non ricordo male!)!quindi domani vado a provare perchè non ho nessun pregiudizio a me basta che facciano un buon lavoro(che non hanno fatto i nostri parrucchieri padovani…e che parrucchieri!!!)

  10. Luca Baldisserotto Luca Baldisserotto   •     Autore

    GRANDE Erika! 🙂
    Mandami una foto via email, insieme al cinese, a lavoro finito e se ci riesci anche un minivideo che te lo pubblico! Ciao 🙂

  11. Erika   •  

    Ciao!ho letto solo ora il tuo commento(quindi la prox volta che andrò ti farò una foto con me ed il cinese 🙂 ) cmq dato che ho fatto una foto a mia mamma per mostrarle che bella piega gonfia le avevano fatto ti ho mandato quella.

    Comunque questa mattina sono andata,sono aperti dalle 9 alle 21 e che dire sono bravissimi!per la prima volta in vita mia sono uscita felice da un parruchiere(idem per mia mamma e mia sorella!).I prodotti che usano sono i nostri(ma sono quelli che trovi al supermercato,l’oreal e cose simili cmq robe nostre non loro)poi se vuoi cose più specifiche(a me hanno consigliato un ristrutturante che mi ha fatto i capelli bellissimi persino una signora che era con noi mi ha fatto i complimenti)le paghi a parte e sono cose che usano i nostri parrucchieri professionali!Non ti mettono aggiunte quando a fine piega ti mettono lacca o gel,insomma è tutto compreso sul prezzo di listino!
    Comunque io ho fatto colore(bellissimo sembra il mio naturale)più taglio(sfilato)e piega(finalmente mi hanno fatto i capelli gonfi,solitamente quando dai nostri dico: “per favore non me li attacchi alla testa li vorrei un pò gonfi” e loro nulla!)e ristrutturante ho speso 35 (se non metti il ristrutturante paghi 20, il ristruttutante te lo lasciano in posa una buona mezz’ora cmq non è una cremina così..)mia mamma si è fatta colore,colpi di sole dopo il colore per illuminarlo,taglio piega e ha speso 40 (normalmente solo il colore dai nostri costa 40) mia sorella ha fatto shampo taglio piega e ha speso 8 euro…insomma una benedizione!la signora che è entrata con noi solo 6 euro (e ha fatto però solo shampo e piega!)

    cmq siamo soddisfatte al massimo e si sono fatte tre,anzi quattro contando la signora,nuove clienti!Per quanto mi riguarda io andrò solo li,perchè anche quando vuoi solo darti una sistemata alla testa,vai a cena fuori…voglio dire 6 euro che cavolo!da noi 20 shampo e piega (se vai dal meno costoso tra l’altro perchè in centro c’è chi ti chiede di più!).
    Se poi ovviamente uno vuole il prodotto della kerastase o aveda o quello che vuoi…beh li non li trovi,trovi i prodotti che di solito usi per lavarti a casa!
    Loro sono professionali al massimo,conviene magari andare presto perchè la tipa è addetta al colore(e ti consiglia anche bene!)e il ragazzo al taglio e la piega!
    Pulizia normale,quella che di solito trovo dal parrucchiere dove andavo…
    insomma,io non ho trovato nulla di sgradevole!
    Sai poi ognuno ha i suoi gusti,per quanto mi riguarda,oltre a fare buon cibo(mi danno topi al ristorante cinese?beh sono buoni!)anche se è ovviamente italianizzato,ti fanno benen anche i capelli…e perchè dovrei spendere fior fior di europer avere una bella testa(dato che sto ancora studiando e faccio lavoretti per campare!)quando loro ti fanno prezzi onestissimi che tra l’altro sono gli stessi prezzi che trovi se vai nei monti(certo non a cortina…)

    beh spero di esservi stata d’aiuto!:)
    voto 10++++

  12. Erika   •  

    hem…ho fatto un pò di errori di scrittura(ed ho scritto un poema :P)… perdono 😀

  13. Luca Baldisserotto Luca Baldisserotto   •     Autore

    Ciao erika, ho ricevuto la foto e ti ringrazio, appena ricevo anche la tua col cinese, faccio un articoletto e le pubblico!
    Le ragazze del nostro ufficio e del nostro network stanno seguendo con curiosità queste informazioni!
    Penso che, ben presto, seguiranno il tuo esempio in molte! 🙂
    a presto 🙂
    luca

    p.s.
    anche a me piace la cina, ci sono stato in primavera, leggi qui
    http://www.lucabaldisserotto.com/2008/05/02/dalla-cina-con-furore/

  14. Erika   •  

    appena ci torno (ti dico nel giro di due settimane perchè mia sorella si laurea e quindi andremo tutte a farci belle 😀 ) ti mando il tutto 🙂
    ciao ciao buon lavoro!

    • A   •  

      Ma dove sono questi parrucchieri?

      • Luca Baldisserotto Luca Baldisserotto   •     Autore

        Erika, ormai sono passati 7 anni da quando ho pubblicato questo articolo. All’epoca erano pochi, ma adesso è pieno, siamo invasi dai negozi di ogni genere dei cinesi, cerca e li troverai quasi in ogni paese! 🙂

  15. FULVIO   •  

    Buon giorno a tutti,
    io sono un parrucchiere italiano di Milano e vorrei poter esprimere la mia profonda indignazione per quello che stà avvenendo nei confronti della nostra categoria.
    Non è possibile che oggi il solo fatto di regalare un servizio o di farlo pagare pochissimo renda questo
    un servizio “bellissimo” o di concorrenziale.
    Io vi dico che con i soldi che paghiamo la nostra formazione ( e si parla di migliaia di euri) il tempo che sacrifichiamo alla nostra famiglia e le tasse che onestamente paghiamo abbiamo i prezzi medi piu’ bassi d’europa!!! Provate ad andare in Inghilterra a farvi i capelli e poi mi dite.
    Si parla di CASTA….ma dove? ma se gia’ fra italiani c’è la gara al ribasso dei prezzi?
    Ma la cosa che mi fà piu’ imbestialire è il fatto di screditare la categoria dei parrucchieri italiani ed elogiare i cinesi solo perchè hanno dei prezzi inconcepibili per un negozio REGOLARE!!!
    Poi si legge sui giornali che i ragazzi non vogliono piu’ fare gli artigiani……ma per forza i cinesi stanno massacrando l’artigianato .
    Volete una societa’ che premia solo il prezzo? Non vi lamentate poi se i vostri figli saranno pagati 300 euro al mese perchè i cinesi lo stesso lavoro lo faranno a 250 euro al mese.
    Dico attenzione a tutte le categorie…volete un esempio?
    i giornalisti cinesi freelance prendono un quarto di quello che prendono gli italiani….allora i giornalisti italiani sono dei ladri vero?
    Le badanti cinesi che fermano gli anziani per strada e si offrono a un euro e 50 all’ora..allora ladre le nostre badanti rumene, italiane ecc..
    Nei call center i cinesi prendono la metà di quello che prendono gli italiani…..ladri i nostri figli che con 500 euro al mese devono campare
    e i muratori, gli elettricisti, ristoratori e cosi’ via………
    Dunque attenzione a dare dei ladri agli altri perchè prima o poi qualcuno potrebbe dare del LADRO anche a voi!!!!!

  16. Erika   •  

    Ho fatto la modella per capelli per anni!e sottolineo ANNI!!!e da fior fior di parrucchieri che mi hanno sempre tagliato i capelli da culo.Andavo a sistemarmeli da altrettanti parrucchieri costosi(a Padova…non so se si possono fare nomi…se no li faccio..beh luca mi dirai)e invece che sistemarmeli mi sborsavo e venivano peggio di prima!
    Io sono stata PER LA PRIMA VOLTA soddisfatta e felice e non solo io!(PS- Luca non so se hai visto su facebook ho cambiato colore 🙂 )
    Io sono felice che per la prima volta posso andare spesso dal parrucchiere a sistemarmi i capelli!dato che studio per diventare infermiera e lavoro(e so cosa vuol dire prendere 500 euro al mese per una marea di ore di lavoro)se fossi ricca andrei a farmi colore colpi di sole etc etc dai parrucchieri italiani,ma siccome ricca non sono e mi faccio un mazzo tanto pagandomi pure gli studi,non vedo perchè non posso andare a sistemarmi i capelli dai cinesi che me li fanno bene e a pochi soldi!io sono stata felice,le mie amiche pure!E se proprio dobbiamo dirla tutta,nessuno dei parrucchieri dove sono andata in centro a Padova mi ha mai e sottolineo MAI fatta una ricevuta…eh quelli sono soldi in nero…quindi non è che i poveri italiani siano meglio dei cinesi!

    Inoltre non paragonare Londra,perchè io a londra vado ogni anno,un mio amico abita la,lavora la…e quello che guadagnano è tutt’altro di quello che prendiamo noi,i prezzi che loro hanno la sono giustissimi a quello che loro guadagnano!contrariamente a noi,quindi per quanto mi riguarda ben venga lo spendere poco!
    ripeto,quando prenderò più di 1000 euro al mese(anche se dubito col lavoro che farò)mi permetterò un parrucchiere italiano!

  17. Erika   •  

    ps- dove trovi le badanti rumene a 1.50 che qui per assistere alla notte in ospedale prendono 50 euro ogni sera?dove trovi le baby sitter rumene che prendono meno di 8 euro?dato che ho lavorato per 5 euro l’ora da una signora quando la ragazza rumena che aveva prima ne prendeva 8?…no perchè allora qua a Padova ci fregano…

  18. Erika   •  

    pps- scusate gli errosi ma sono di frettissima!ciao!

  19. FULVIO   •  

    Cara Erika, mi sembra che tu non abbia compreso il mio messaggio:

    1)
    Tu sei libera di andare da chi vuoi, ma non devi permetterti di diffamare un’intera categoria di seri professionisti.
    2)
    Non metterla sul piano fiscale perchè gli evasori esistono in ogni ambiente e giustamente vanno puniti!
    Ma poi non mi parli pero’ dei prodotti contraffatti e senza marchi CEE che i cinesi usano sulla tua cute e sui tuoi capelli? e sullo sfruttamento dei loro dipendenti, che dormono nello scantinato del negozio?
    3)
    Non ti rendi conto che questa corsa al prezzo piu’ basso , in generale abbassa la qualità dei servizi offerti? O pensi che ci sia qualcuno che ti regali qualcosa?
    4)
    Io mi occupo anche di tricologia cosmetologica, ( chiedi ai cinesi cosa sia…) e abbiamo analizzato tramite microcamera la cute di una signora tinta 2 mesi prima in un negozio cinese….la cute a distanza di 2 mesi presentava delle macchie nere ispesssite ( ad occhio nudo non si vedevano) , ovviamente ora sta facendo degli esami specifici e non sappiamo ancora i risultati , ma il dermatologo ha confermato il fatto che queste tinture ( marchi famosi contraffatti) sono molto pericolose.
    5)
    A livello economico cosa ci portano a noi?
    Non hanno conti in banca, non vengono nei nostri negozi o nei nostri ristoranti ( ma noi andiamo nei loro, disposti anche per il prezzo basso a bere il latte contaminato o mangiare cibo avariato…..eee ma il prezzzo è ottimo, vale la pena no…!?
    aprono i negozi e le ristrutturazioni se le fanno fra di loro,importano abbigliamento colorato con prodotti tossici, latte marcio, giocattoli pericolosi,……e tu cosa fai?

    TI VAI A FARE I CAPELLI E LA TINTA DA LORO E IN PIU’ GLI ELOGI DISPREZZANDO E DIFFAMANDO UNA DELLE CATEGORIE PIU’ ATTENTE ALLE DONNE E CHE SPENDE DI PROPIA TASCA PIU’ SOLDI DI TUTTI PER OFFRIRVI SEMPRE IL MEGLIO!

    Non so’ dunque se queste tue affermazioni siano solo frutto della tua giovane età e della poca esperienza che hai maturato nella vita o frutto di una “ignoranza” sociale ed economica .

    CIAO E BUON LAVORO A TUTTI

  20. Riccardo Vettore   •  

    @Fulvio:

    Ciao Fulvio,
    non so se il modo agressivo che hai di rispondere sia solamente perché non sai gestire punti di vista differenti dai tuoi, o per la tua ormai non più giovane età o frutto di una “ignoranza” sociale ed economica… ma portiamo pazienza, sicuramente rileggendo il tuo intervento capirai d’aver usato un tono un po’ troppo forte ed hai sempre modo di rimediare 🙂

    Se le persone in oggetto utilizzano prodotti scadenti sicuramente il tuo ragionamento è corretto, e sicuramente il negozio avrà vita breve.

    In ogni caso proporsi all’inizio con un “taglio + piega” a prezzo competitivo è SICURAMENTE il modo migliore per entrare nel mercato e avre l’opportunità di trovare persone che almeno una volta “provano”.

    Posso darti un’esperienza diretta, ho trovato una mia amica che è andata a farsi il taglio e la piega li. Prima di sapere dove fosse andata le ho fatto i complimenti per il taglio che era molto ben fatto 🙂

    Non so se useranno prodotti di qualità o meno 8nemmeno tu lo sai) però sappiamo che chi si fa il taglio per ora è soddisfatto 🙂

    Tra 6 mesi vediamo come procede 😉 Se non fossero cinesi ma fossero indigeni il discorso varrebbe in modo uguale.

    Tu, Fulvio, se devi aprire un nuovo negozio in una grande città in che modo ti faresti conoscere? 😉

  21. FULVIO   •  

    Caro Riccardo, mi scuso se ho usato una terminologia o un linguaggio “caliente” ( nessuno ha ripreso pero’ l’intervento della nostra amica Erika!).
    Tu parti da un ragionamento logico , ossia : mi devo aprire un negozio, come faccio a farmi della pubblicità per lavorare? Certo che oggi ( chi si occupa di trade marketing lo sà) la strategia dei prezzi bassi non è vincente. Oggi vince la qualità e la professionalità , dunque se non si è in grado di offrire questo è meglio non cominciare nemmeno a cercarsi un negozio ( specialmente in una grande città), si sarebbe spazzati via immediatamente ( c’è sempre qualcuno che lavora a prezzi piu’ basssi dei tuoi..vedi china). E poi ricordiamoci 2 cose: la prima è che la cliente non è perchè paga poco non vuole uscire soddisfatta! La seconda è che sotto una certa fisch media non è possibile lavorare con professionalità e sicurezza sia per l’operatore sia per la cliente!
    Concludendo la volta prossima userò un linguaggio meno forte ma altrettanto incisivo per difendere TUTTA la categoria dei parrucchieri italiani che con professionalità ed impegno si sono fatti conoscere e insegnano moda in tutto il mondo.

    AH io non sono anziano, ho 33 anni

  22. alice   •  

    Mi ha incuriosito,dove si trova esattamente questo parrucchiere?

  23. guendalina   •  

    ciao Alice, il parrucchiere si trova nella prima via a destra (non ricordo il nome) che icontri imboccando corso del popolo lasciandoti la stazione alle spalle. Io sono stata soddisfatta del taglio, certo l’ambiente è motlo diverso da quello a cui si è abituati, quindi secondo me ci vuole un certo spirito di adattamento 🙂 Esperienza interessante! E poi diciamocela tutta, pagare otto euro per un taglio non ti sembra vero! Prova 🙂

  24. Fulvio   •  

    Guendalina, fai esperienze migliorando non peggiorando!
    Chiediti sempre il perchè degli 8 euro….
    con le forbici si tagliano anche le unghie dei piedi!!!!!!
    Auguri!

  25. Serena   •  

    Non è detto che ad un prezzo così basso corrisponda un servizio scadente. Mia zia andava a farsi i capelli presso un noto salone ma usciva ogni volta con i capelli bruciati e tagliati uno schifo, pagando una “cifra”… di buono c’era solo il nome ma non i ragazzetti alle prime armi che vi lavoravano dentro. Anche io e mia cognata abbiamo avuto una esperienza non tanto positiva presso un altro parrucchiere dove pagavamo taglio e messa in piega 35 euro: il taglio faceva schifo, usava lo sfilzino e la scalatura davanti era storta. Ora vado da un parrucchiere dove pago 18 euro tutto compreso (taglio, piega e maschera) e il taglio è preciso e la messa in piega impeccabile.

  26. alessia   •  

    tante mie amiche sn andate dal parrucchiere cinese e sn rimaste molto contente del risultato….cosa c’entra se sn cinesi o italiani?
    hanno dei prezzi veramente vantaggiosi così le persone che hanno un stipendio bassissimo possono permettersi ogni tanto questa soddisfazione …io ci andrò la prossima settimana e vi faccio sapere..

  27. vogliountaglio   •  

    esiste ancora a padova un parrucchiere cinese???
    please datemi l’indirizzo e/o numero teleffono?
    grazie mille

  28. vogliountaglio   •  

    esiste ancora un parrucchiere cinese a padova?please mandatemi il numero di telefono e/o/ indirizzo! 🙂
    a proposito bisogna prenotare?
    grazie mille…

  29. alberto   •  

    anche a me servirebbe l’indirizzo della parrucchiera cinese a Padova.Grazie

  30. Juliana   •  

    Anche a me servirebbe l’indirizzo della parrucchiera cinese a Padova.Grazie

    *Erika, voglio sapere dove è la tua parrucchiera, please!!!

  31. Anonimo   •  

    avete l’indirizzo preciso di questo parrucchiere cinese? Il prox fine settimana salgo a Padova x studio ma non mi sogno certo di spendere 20 euro x una piega…

  32. T S   •  

    non credi che sia ora di liberare il commercio, e`lasciarlo evalutare da se stesso? senza impicci e` regole ridicole, se una persona vuol guadagnarsi da vivere legalmente,,, perche` impedirgli di opporsi a cio` che vuol fare?
    tutti coloro che,,,protestano questo modo di guadagnarsi da vivere,, sono una massa d’imbecilli sfaticati, ed e ` ora che cambiano idee, andate a lavorare stupidi

  33. Anna   •  

    Io sono andata dal parrucchiere che si trova in zona Mortise a Padova, è un negozietto piccolo in via madonna della salute, di fronte al bar sport.
    Mi ha tagliato i capelli davvero bene, tanto che dopo 6 mesi il taglio è ancora perfetto ( di solito i capelli diventano schifosi quando inizano a cerscere) ed ho pagato 15 euro!
    è un ragazzo gentile, ho controllato anche il catalogo dei prodotti che usano e sono professionali.
    io mi sono presentata lì senza prenotare e mi ha detto, torna fra un oretta che finisco questa cliente. purtroppo non ho il n. di telefono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *